Chi sono

Il mio nome è semplice: Mario. Da sempre questo nome me lo porto appresso come un fardello, perché proprio non mi piace. Alle medie, nella mia classe, c’erano tre Mario e quando il professore ne chiamava uno, ci giravamo tutti e tre. Per strada, se qualcuno urla un goliardico “Mario!!” ci giriamo in troppi, di tutte le età e alcune volte, chi ha pronunciato questo nome così comune, non riesce neppure a trovare chi stava chiamando, per la quantità di volti rivolti verso di lui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *